Presentazione

Etologia applicata la pappagallo foto

La relazione con i pappagalli è oggetto di un crescente interesse. In Italia si stima siano presenti 12 milioni di uccelli nelle famiglia italiane (rapporto ASSALCO), tra questi molti sono pappagalli.

La vita in casa per un pappagallo può essere critica se non si conoscono le sue esigenze ambientali, sociali ed etologiche in genere, criticità che esprime con disagi o vere patologie comportamentali.

Perché un corso di etologia applicata al pappagallo?

Per iniziare a costruire i punti cardine di una cultura di rispetto dell’animale servono figure che possano dialogare con le famiglie che adottano, con gli allevatori, con le istituzioni, figure in grado di garantire il benessere etologico delle situazioni in atto e in grado di progettare e trasmettere un cambiamento a livello fieristico, normativo, relativo alle adozioni e alle modalità di allevamento.

La loro diffusione e la loro complessità comportamentale ha portato Siua a sviluppare un percorso per quanti desiderino coniugare il loro interesse per il mondo dei pappagalli con opportunità occupazionali in aree di consulenza e altri servizi annessi al benessere animale.

Come è strutturato?

Il corso, composto da 5 moduli di lezione, una giornata di esercitazione e una di esame, è rivolto a coloro che intendono ricoprire il ruolo di consulente della relazione con gli Psittaciformi, favorire e guidare un cambiamento culturale volto a comprendere le complesse fasi dello sviluppo in modo da favorire solo ed eventualmente l’allevamento genitoriale con una corretta socializzazione, sensibilizzare alla responsabilità ambientale, disincentivando l’abbandono, la vita in gabbia e il taglio delle remiganti, e creare programmi di adozione.

Il corso può anche essere di interesse per medici veterinari che desiderino aumentare la capacità di lettura e di interazione durante le visite cliniche e comportamentali.

A chi si rivolge?

II corso introduce il partecipante alla conoscenza delle caratteristiche etologiche ed ecologiche dei pappagalli, alle sue forme comunicative e fornisce le indicazioni per costruire le basi del benessere dell’animale.

Una parte importante dell’attività formativa è dedicata all’approccio cognitivo-zooantropologico.

Programma del corso

Il corso di Etologia Applicata al Pappagallo si articola su cinque moduli strutturati in formula weekend.

Requisiti

Attestato di partecipazione al seminario “Introduzione all’approccio Cognitivo Zooantropologico” con Roberto Marchesini. Cosa imparerai Insieme a docenti di elevata formazione ed esperienza, il discente apprende le caratteristiche della vita naturale dei pappagalli e ne comprende le dinamiche nell’ambiente familiare, analizzando punti focali e criticità. Si implementano dunque le abilità comunicative, relazionali e di lettura del sistema soggetto e del sistema famiglia, al fine di poter affrontare in modo efficace le fasi di consulenza e pianificazione di un progetto educativo.

Benefit e riconoscimenti

  • Attestato di partecipazione al corso previo superamento esame e frequenza di almeno il 75% delle lezioni;
    • formazione effettuata in ottemperanza alla Carta dei Principi e dei Valori sulla Pet Relationship Carta Modena 2002 (documento patrocinato dal Ministero della Salute).

      Programma del corso

      Il corso di Etologia Applicata al Pappagallo si articola su cinque moduli strutturati in formula weekend.

      info@siua.it
      +39 340 2513890 
      +39 338 7103079