Cosa imparerai


Si tratta di intervenire con molta gradualità e cautela perché, quando alcuni stili si sono consolidati, soprattutto nei soggetti adulti, è necessario saper agire partendo dalle risorse presenti, senza aver fretta di risolvere il problema in sé.


In questo senso in Siua abbiamo predisposto un approccio d’intervento che non ritroverai in alcun altra scuola e in linea con i principi cognitivo-zooantropologici.
Per poter accedere al corso per istruttore cinofilo è necessario aver conseguito il diploma di Istruttore Cinofilo in Siua o aver conseguito la parificazione se si proviene da un’altra scuola che abbia comunque un’impostazione cognitivo-zooantropologica. È infatti indispensabile conoscere prima il normale profilo comportamentale per poter comprendere le situazioni di incompetenza, disagio o deriva comportamentale.

L’azione dell’istruttore cinofilo


L’azione dell’istruttore cinofilo nel favorire il recupero si svolge su diversi ambiti:
  • un intervento potenziativo, volto ad accrescere le risorse cognitive del soggetto diminuendo i fattori depauperativi e accrescendo i volani di benessere;
    • un intervento mitigativo diluendo l’espressione problematica o compensandola con evocazioni controlaterali;
      • un intervento riabilitativo, andando a recuperare in modo sussidiario o vicariante le funzionalità compromesse.

      Well-being


      Il benessere animale sta al centro dell’interesse di Siua ma la definizione di benessere seguita è più basata sul well-being che sul welfare. Riteniamo che non si possa valutare il benessere solo in termini negativi, ovvero in assenza di sofferenza, stress, fatica, paura. Il soggetto trova benessere nel fare e non nel restare in una presunta condizione di omeostasi, negandogli appagamento e gratificazione. Qualunque animale è disposto a sopportare stress e fatica pur di poter esprimere le proprie caratteristiche e manifestare le proprie doti.
      L’azione potenziativa, propedeutica a qualunque intervento di modificazione comportamentale, si basa proprio sul costruire situazioni di well being, perché occorre ricostruire un orizzonte di felicità per il cane se lo si vuole liberare dalla prigione di problematicità. Parlare di felicità non è antropomorfizzare, lo è il contrario ovvero pretendere che un animale collaborativo e operoso come il cane raggiunga uno stato di benessere nell’inanizione casalinga. Per questo Siua crede in una relazione collaborativa che sappia far emergere le doti di razza e individuali di un particolare soggetto e il suo coinvolgimento in attività specifiche.

      Guarda i corsi in partenza per diventare istruttore cinofilo e trova quello più vicino alla tua residenza

      (nessun corso IC in partenza)


      Contattaci per ricevere maggiori informazioni

      +39 051 6661562 info@siua.it