Amante dei delfini e affascinata dai mondi sommersi, rifletto spesso su tutto ciò che è in qualche modo legato all’elemento acqua e con questo articolo vorrei, se non altro, incuriosire un po’ i lettori a saperne di più e a prendere in considerazione tale argomento. Scomodando Wikipedia cito un paio di frasi emblematiche dei temi a mio avviso importanti:

“L’acqua in natura è tra i principali costituenti degli ecosistemi ed è alla base di tutte le forme di vita conosciute compreso l’Homo sapiens sapiens”.

“Sul pianeta terra l’acqua copre il 71,11% della superficie del pianeta ed è il principale costituente del corpo umano”.

Una semplice molecola, composta da idrogeno e ossigeno, ha dato origine alla vita sull’intero pianeta, e noi, a mio avviso, non possiamo banalizzarla o mancarle di rispetto inquinando le acque, gettando rifiuti ovunque, minacciando continuamente l’intero ecosistema sia acquatico che terrestre, ma abbiamo il dovere di collaborare per proteggerlo o per lo meno tutelarlo. Si trovano continuamente animali marini incastrati in reti, arpioni, sacchetti di plastica, ma qualcuno ce li ha portati, probabilmente sono stati gettati in mare con superficialità, causando danni immensi. Quindi diamoci da fare, e che ognuno di noi, nel suo piccolo, contribuisca alla crescita ed evoluzione del pianeta partendo dai piccoli gesti per arrivare a grandi traguardi!

Mi feci tante domande che andai a vivere sulla riva del mare e gettai in acqua le risposte per non litigare con nessuno
(Pablo Neruda)

L’acqua è anche musa ispiratrice di tante poesie, canzoni, proverbi e modi di dire. Ce ne sono tantissimi, ad esempio:
– mi sento un pesce fuor d’acqua;
– acqua in bocca;
– ho l’acqua alla gola;
– perdersi in un bicchier d’acqua;
– assomigliarsi come due gocce d’acqua;
– fare un buco nell’acqua;
– calmare le acque;
– facile come bere un bicchier d’acqua;
– ragazza acqua e sapone;
– lavarsene le mani;
– sulla cresta dell’onda
e tante altre.
h2odog_naturama_jessica_cane_in_acqua
Jessica Alberghini, sessione di attività in acqua, Centro Naturama, Bologna

È evidente come in realtà l’uomo abbia la percezione e la consapevolezza della magnificenza di questa linfa, tant’è che ne include il termine nei modi di dire, nelle usanze, nella quotidianità, per esprimere concetti talvolta superficiali o addirittura profonde emozioni, positive o negative che esse siano.

Citiamo l’acqua nel parlato comune per attribuirle forza, purezza, semplicità, equilibrio, un parametro tra la vita e la morte, la purificatrice, un bene primario! Noi, che amiamo, viviamo e vogliamo capire così tanto gli animali, e nello specifico i cani, come si esprimono, chi sono, come comunicano, a volte ci fermiamo a quello che è il cane sulla terraferma ignorando la dimensione acqua.

Così nasce in me l’esigenza di vivere, studiare, osservare questo animale in relazione con cani ed eterospecifici anche nell’ambiente acquatico.
Questo con tutto ciò che comporta l’immergere i corpi in un fluido e acquisire la consapevolezza di come muoversi, interagire, percepire e propriosentire se stessi e il mondo in cui viviamo.

E L’ACQUA

E l’acqua
fresca nasce
fa ruscelli
scende
casca sui sassi
scroscia
e frusciando
fa il fiume.

E l’acqua
sciolta nuota
nelle valli
e lunga e lenta
larga
silenziosa
luminosa
fa il lago.

E l’acqua
a onde muore
non muore mai
e muore
non muore mai
e muore
mentre immensa
fa il mare

(Roberto Piumini)

L’autrice
Jessica Alberghini

Educatore Cinofilo Siua e FICSS
Tutor e Docente Siua
Tecnico di MobilityDog®
Responsabile del settore Acqua SIUA