Viaggi brevi o a lungo termine?
Niente paura, le pensioni casalinghe ci aiuteranno ad intraprendere viaggi dove il nostro amico Fido non può seguirci.
Molte volte ci si trova davanti alla scelta di non poter portare con noi il nostro amico a quattro zampe e trovare una soluzione al problema non è mai semplice.
Da tempo ormai esistono le famose pensioni per cani, luoghi dove durante la nostra assenza possono permanere; sono un servizio sempre più usufruito da parte dei proprietari che, per le più svariate ragioni, si trovano di fronte a questa scelta.
Esistono delle conoscenze propedeutiche che una persona deve avere per offrire questo genere di servizio o è sufficiente avere esperienza con il proprio cane?

Cosa intendiamo per casalinga?
Quali sono i punti chiave per una permanenza piacevole di un cane che vivrà da noi?
Per casalinga si intende “in casa”. E quindi non esistono box esterni, recinti e strutture che non siano un luogo domestico;
Non si demonizza chi utilizza diversi strumenti ma è fondamentale conoscerne la differenza!
Avere una conoscenza più approfondita del cane e quindi, essere un operatore cinofilo-educatore-istruttore, aiuterà non solo ad entrare velocemente in sintonia con il cane, ma darà agio al nuovo ospite.
Conoscere l’animale che abbiamo davanti ed essere consapevoli di essere due specie diverse aiuterà di certo entrambi.
Il cane, qualunque esso sia, ha un proprio profilo posizionale e a seconda delle situazioni che gli si presentano mette in atto comportamenti innati e fa riferimento ad un bagaglio esperienziale che gli permette di adattarsi; nel caso non riuscisse a farlo può avere problemi più o meno gravi.
I cani hanno delle emozioni, trovarsi in una casa nuova specialmente se cuccioli e senza le dovute accortezze, potrebbero essere negative e portare ad una permanenza infernale.Creare disagi, traumi o paure è fin troppo semplice e, se non si hanno gli strumenti necessari, potremmo dare vita a problematiche non facili poi da risolvere.

Quindi, quali sono le accortezze che un proprietario dovrebbe avere prima di affidare il cane a qualcuno?
Informarsi prima sulla persona e/o struttura che offre il servizio.
Fare una conoscenza del luogo dove risiederà.
Non basarsi su promozioni economiche, ma pensare per prima cosa al benessere del cane.
Conoscere il proprio cane per poter fornire il maggior numero di informazioni a chi lo accoglierà.
Assicurarsi che possa affrontare il Distacco in maniera serena.
Chiedere consiglio al professionista che avete contattato se ci sono dubbi.

Quali sono invece i requisiti per essere responsabili di una pensione per cani?
Avere alle spalle uno studio etologico del cane.
Avere spazi adeguati.
Essere onesto quando ci sono situazioni in cui è meglio rinunciare alla pensione.
Aggiornare i proprietari periodicamente.
Essere coerenti con la parola casalinga.

simone piacentini fotoL’autore
Simone Piacentini
Nato nel 16/02/1985, Simone vive e lavora a Valmontone, in provincia di Roma, ed è Educatore e Istruttore cinofilo Siua.